Dal Mondo MTB,  News

L’Italia del futuro emersa agli Europei Mtb 2020

Prévot imbattibile tra le donne e Schurter che può ancora dire la sua tra gli Elite. Ma gli europei Mtb 2020 fanno bene anche all’Italia.

Da sempre le gare Elite sono le più entusiasmanti da vedersi, ma quest’anno vista anche un po’ la carenza di competizioni anche le altre prove hanno suscitato più interesse del solito. Ed è proprio tra le categorie giovanili che possiamo essere più fieri del risultato finale di questo Campionato Europeo.

Tutto è iniziato con l’oro nel Team Relay dove l’azzurro Juri Zanotti è riuscito a tenere testa al neo Campione del Mondo Sarrou, ma le altre soddisfazioni non sono tardate ad arrivare. Nella disciplina XCE la diciannovenne Gaia Tormena si è confermata Campionessa Europea di specialità. Tra gli Junior Siffredi Matteo ha conquistato la tredicesima piazza, mentre tra le donne Junior Nicole Pesse è entrata nella top ten. Gli Under 23 hanno visto ben due medaglie: l’argento di Marika Tovo tra le donne e il bronzo di Juri Zanotti tra gli uomini. Ottima la trasferta svizzera anche tra gli Elite con 3 italiani nei primi dieci (4° Luca Braidot, 6° Gerhard Kerschbaumer e 7° Mirko Tabacchi).

Ora, in questo lungo inverno davanti a noi, l’Italia che esce soddisfatta da questi Europei Mtb 2020 può lavorare ad un grande 2021 anche in vista delle Olimpiadi posticipate a causa del Coronavirus. Nino Schurter avrà ancora un anno in più sulle spalle e potrebbe perdere anche la corona olimpica. Non c’è più un vero dominatore e il ricambio generazionale nella massima categoria è già in atto. Ma non scordiamoci che c’è sempre in agguato un certo Van Der Poel…

RISULTATI www.euromtb20.ch

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.