Dal Mondo MTB

Quel “Matto” di Fruet se n’è inventata un’altra…

Chi non lo conosceva ma ha assistito a TITANO XCO 2019 lo ha imparato a conoscere. Martino Fruet, veterano della Mountain Bike nazionale, quando si parla di tecnica, fango e radici si trova a suo agio… Quel giorno a San Marino si piazzo dodicesimo, passando letteralmente sopra a giovani che col fango la bici dovrebbero domarla come la propria fidanzata, ma che invece, abbiamo visto più impacciati che mai su un percorso al limite della fattibilità.

Questo signore ne ha viste di tutti i colori: dai cantilever, ai freni a disco, passando per i v-brake, conosciuti anche come “i freni che non frenano” soprattutto sui terreni bagnati (e solo chi ha corso a fine anni 90 può capire). Ha visto l’alluminio, il titanio, il carbonio. Ha visto le 26”. Eppure a 42 anni suonati ha ancora quell’entusiasmo di un ragazzo che da sempre lo contraddistingue. E proprio per questo domenica correrà la “Winter Downhill” al Passo del Tonale. Una Xc Eliminator sulla neve e in discesa (se solo il Caveja Bike Cup avesse la neve in Romagna…).

Quel “Matto” di Fruet se n’è inventata un’altra per divertirsi… E forse molti giovani, titubanti di mettersi in gioco in un Xc, dovrebbero cogliere un po’ del suo stesso entusiasmo…

Fruet all’arrivo di TITANO XCO 2019

Un commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.